;
Mates4Digital
Blog
Tutti ne parlano, pochi lo conoscono: cos’è e come funziona l’Affiliate Marketing?
Blog
Tutti ne parlano, pochi lo conoscono: cos’è e come funziona l’Affiliate Marketing?
Blog
I pericoli in Rete e come evitarli
Blog
LinkedIn, come lo usano le aziende
di
Tra i metodi promozionali dove il rapporto qualità e prezzo ha una maggiore efficacia, sicuramente, troviamo il mondo dell’online e i diversi canali social. Tuttavia, un altro canale molto utilizzato e impossibile da non considerare per le grosse aziende e per alcuni settori è l’affiliate marketing.

Nel mondo dell’affiliazione riusciamo a comunicare il nostro prodotto a tutti i target esistenti, non ci sono limiti di età perché è strettamente legato al settore che si intende promuovere.

Per affiliazione si intende qualsiasi rapporto a performance tra un brand e l’affiliato online, solitamente, soprattutto per i grossi volumi di traffico, ci si appoggia a una piattaforma di affiliazione anche se ormai i grossi brand tendono a creare la loro piattaforma interna, visti i costi e le rese non sempre convenienti.

A volte tra l’Advertiser e l’affiliato ci sono dei ruoli di tramite, come l’agenzia di affiliazione che velocizza e ottimizza le tempistiche e i KPI da raggiungere.
Ci sono molti settori dove l’affiliazione è ancora la principale fonte di traffico e remunerazione, per esempio tutto il settore finanziario e assicurativo, o del turismo, ma non solo.

Solitamente le commissioni da raggiungere si diversificano in quattro modelli:

  • CPA (vendita)

  • CPL (lead)

  • CPC (click)

  • CPI (download)


I costi sono variabili, in base al settore, ma soprattutto in base alla qualità e quantità del traffico.
Un cliente che spende 100 viene pagato diversamente da un cliente che spende 1000, a seconda del modello di remunerazione scelto cambiano i fattori di rischio che possono pesare più sul brand o sul publisher.

Ad esempio, scegliere il modello a CPA è a rischio dell’affiliato mentre il modello CPC a rischio del brand, mentre la lead è il metodo più bilanciato in quanto il rischio è simile per entrambi e infatti è il più gettonato.
Anche per la CPL ci sono diverse differenziazioni che dipendono dalla Landing page o dai dati che si intendono acquisire dal cliente potenziale: più dati e più passaggi comportano un aumento di costo, ma la lead sarà più qualificata.

Avendo lavorato diversi anni all’estero nel mondo dell’affiliate marketing sono rimasta molto sorpresa dalla confusione che c’è nel settore in Italia, dove l’affiliate manager viene chiamato in mille modi diversi, tra cui il più comune è account manager.
L’account manager, infatti, è un attributo molto generico che non definisce in pieno il valore e i compiti dell’affiliate manager. In quanto oltre ad avere un ruolo di account, si occupa di tutti i dettagli tecnici e di analisi ma anche di negoziazione.

Il lavoro dell’affiliate in Italia è, a mio parere, sottovalutato e poco chiaro. Non sarà un caso se le principali agenzie di affiliazione nel nostro paese non sono italiane ma delle succursali.
Al contrario in Italia abbiamo degli ottimi affiliati, ovvero SEO esperti che portano dei risultati ottimali a prezzi ragionevoli per le aziende.

Per arrivare a conoscere i migliori Seo nei vari settori spesso occorre partecipare alle diverse convention Europee e internazionali. Se c’è una cosa che ho imparato nei miei anni di lavoro a Tel Aviv è proprio come scovare gli affiliati perché i migliori si contano su una mano.